Operatori accoglienza,no decreto Salvini

"Non possiamo condividere le misure contenute nel decreto immigrazione, considerandole svilenti per la dignità umana, oltreché controproducenti per gli obiettivi che cerchiamo di portare avanti con l'impegno professionale che ci siamo assunti, e per la reale sicurezza della società". Lo sostengono, in una lettera inviata alla presidente della Regione Valle d'Aosta, Nicoletta Spelgatti, i 51 operatori dell'accoglienza che operano in Valle d'Aosta, aggiungendo: "Riteniamo che una cultura inclusiva, capace di promuovere e integrare sia la scelta rispetto alla visione sottesa al decreto immigrazione, che porta in sé rischi di affollamento, ghettizzazione, spersonalizzazione, speculazione e sfruttamento lavorativo. E questo non solo per motivi di sicurezza, ma anche per salvaguardare la nostra stessa umanità e la dignità di altre vite, di ogni vita".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Valtournenche

    FARMACIE DI TURNO

      Nel frattempo, in altre città d'Italia...